Browsing Category

Unioni civili

Consigli Featured Unioni civili

Unioni civili

30 Giugno 2019
Unioni civili Consigli Featured Unioni civili

Questo articolo, sulle unioni civili, si ispira a quel sentimento di orgoglio gay. Alla voglia di amare qualsiasi colore dell’arcobaleno. Senza paura ed etichette.

In questi giorni, a Milano ma come in altre città italiane, si celebra il gay pride.

L’espressione inglese gay pride (letteralmente orgoglio gay) richiama in italiano due concetti distinti: quello di fierezza gay e quello di pride parade (parata dell’orgoglio), la marcia dell’orgoglio gay che mantiene in vita la memoria dei moti di Stonewall del 1969.

Personalmente non impazzisco per la parata in sè. Non fraintendete, per esempio non simpatizzo nemmeno per la festa della donna. Credo che l’ostentazione di un “dato di fatto” quotidiano, umano e sociale sfoci tra il superfluo e l’inappropriato. Non ho bisogno di una, imposta ed etichettata, festa “dell’otto marzo” per ribadire l’evidenza di chi sono e cosa merito. Altrimenti sarebbe come accettare la controparte della diversità. Ma, ribadisco, questo è il mio personale punto di vista. Tuttavia sono certamente convinta che l’uomo (inteso come essere umano) debba ancora sensibilizzarsi molto sull’omossessualità e sulle unioni civili.

Sono però ovviamente fortemente credente nell’amore incondizionato, non etichettato e soprattutto libero! Non deriso o aggredito, in qualsiasi circostanza.

Ecco perchè, proprio oggi ho deciso di scrivere questa guida pratica sulle unioni civili.

Perchè, come per tutti i matrimoni, è importante conoscere bene tutta la parte burocratica pre-matrimoniale. Prima di tutto perchè, anche per le unioni civili, ci stiamo legando a tutti gli effetti “contrattualmente” ad un’altra persona. Secondo, per non arrivare impreparati con informazioni e documenti mancanti il giorno del sì. Si chiamano unioni civili, per me vuol dire amore.

Di fondo c’è una sostanziale differenza tra unioni civile e matrimonio. In Italia, le unioni civili sono permesse solo alle coppie dello stesso sesso. A differenza del matrimonio religioso o civile, permesso solo a coppie di sesso opposto. Dunque diritti e doveri sono un pochino differenti per le due celebrazioni, se pur due atti della stessa Costituzione.

Partiamo dalle basi. L’unione civile prevede due soggetti (dello stesso sesso) maggiorenni, alla presenza di un pubblico ufficiale che convaliderà l’unione con la procedura di rito e due testimoni. L’unione verrà iscritta nel registro dello stato civile, in cui verranno indicati i dati anagrafici, la residenza e il regime patrimoniale. I due neo sposi possono poi decidere di avere un cognome comune, ma non è obbligatorio.

Due persone non possono sposarsi se almeno uno dei due non è maggiorenne, se ha un’infermità mentale, se sono parenti o sono già sposati, oppure se uno dei due è accusato in via definitiva per omicidio o tentato omicidio di un precedente coniuge. Non è poi valida se l’unione è determinata da costrizione o paura.

Diritti e doveri

Oltre al nome, i due coniugi decidono il regime patrimoniale da adottare (comunione o separazione dei beni) e l’indirizzo della residenza da indicare come abitazione della vita coniugale. In fatto di reversibilità della pensione, eredità e successioni (tutti diritti che valgono anche nell’unione) si applica la procedura indicata dal codice civile.

Nel caso di cambio sesso, l’unione civile decade automaticamente quando si ha la rettifica del genere all’anagrafe. (Questo avviene, non solo per le unioni civili, anche per i matrimoni religiosi e civili).

Documenti necessari per le unioni civili.

La parte burocratica per le unioni civili è molto più snella rispetto ai matrimoni civili o religiosi, ma pur sempre essenziale.

La coppia dovrà presentare all’ufficio predisposto un documento, previsto appositamente dalla legge per le unioni tra coppie dello stesso sesso, chiamato Dichiarazione Costitutiva dell’Unione Civile.

Questo documento prevede:

Nome e cognome.

Data e luogo di nascita.

Cittadinanza.

Luogo di residenza.

Insussistenza delle case ostative alla costituzione dell’unione. Per maggiori approfondimenti clicca qui.

Inoltre la richiesta dovrà essere allegata una marca da bollo da € 16,00.

L’ufficiale di stato civile dovrà, dopo aver verificato la correttezza dei dati nel modulo, redigere il verbale che formalizza l’unione. Sarà poi fissata la data e l’ora per la celebrazione vera e propria, che ufficializzerà la cerimonia e permetterà di trascrivere l’unione nel registro.

In altre parole, basta veramente poco per essere uniti civilmente. Tuttavia non è ancora così semplice, emotivamente parlando, in Italia dopo tre anni dalla regolamentazione nel 2016.

Unioni civili Consigli Featured Unioni civili

Cerimonia

Consegnati i documenti, all’Ufficio Matrimoni e Unioni Civili, confermata la correttezza della richiesta e dell’identità dei due richiedenti, è la volta del “processo verbale”. Viene redatto dall’ufficiale di stato civile, sottoscritto dallo stesso assieme ai due soggetti.

Una volta eseguito il processo verbale, l’ufficiale ha 30 giorni di tempo per verificare la correttezza dei documenti. Passati i 30 giorni (o prima qualora le verifiche richiedano delle tempistiche minori) la coppia potrà procedere alla cerimonia per ufficializzare l’unione civile.

Si passa poi alla parte più divertente, la prenotazione della sala. Specialmente se avete intenzione di scegliere un luogo differente (come per i matrimoni civili).

Il celebrante può essere il sindaco, un consigliere o un assessore, ma anche un civile con delega da parte del sindaco. La persona delegata dovrà indossare la fascia tricolore.

Lo svolgimento della cerimonia avviene come per quella civile. Alla presenza del celebrante e di due testimoni, i due soggetti devono rendere una dichiarazione personale e congiunta sull’intenzione di unirsi civilmente. Poi, il celebrante chiederà singolarmente alle due parti se intendono unirsi e in seguito alla loro affermazione, chiederà ai testimoni se hanno sentito la risposta.

In seguito, ricevuta la risposta dalle parti e la conferma dei testimoni, avviene lo scambio degli anelli e il celebrante leggerà la formula di rito come indicato dalla legge.

Seppure la cerimonia non prevede alcuna dichiarazione (promessa) da parte dei due richiedenti, la si può concordare prima con il celebrante e dunque personalizzare. Rendendola così molto più coinvolgente, personale e suggestiva. Stessa e identica cosa per il matrimonio civile.

In conculsione l’atto viene trascritto sul registro delle unioni civili, viene certificato e soprattutto riconosciuto dallo Stato italiano.

Bacio, bacio, bacio… Perchè tutte le avventure cominciano con un sì!

Unioni civili Consigli Featured Unioni civili

Scrivimi, anche solo per saperne di più. Sarò molto felice di risponderti! ❤️

Unioni civili Consigli Featured Unioni civili
Marika Ceppaglia
Sì, ti voglio
Unioni civili Consigli Featured Unioni civili
Unioni civili Consigli Featured Unioni civili

Consigli Unioni civili

Matrimoni civili e riti simbolici

15 Maggio 2016
Matrimoni civili e riti simbolici Consigli Unioni civili  Riti simbolici Matrimoni civili consigli

Tutto quello che c’è da sapere di burocratico… ma anche di estremamente romantico sui matrimoni civili!

In seguito alla recentissima approvazione delle unioni civili, ci troviamo in un periodo di grande fermento ed evoluzione. In più oggi è la giornata dedicata alle famiglie!

Tutto questo mi ha portato a riflettere sull’amore con la “A” maiuscola, ma soprattutto sul diritto all’amore che tutti, ma proprio tutti, ci meritiamo! E cos’è l’amore senza la possibilità di sugellarlo giurandosi amore eterno?!  

In attesa che sia data a tutti la possibilità di unirsi in matrimonio in maniera civile (con tutto quello che il termine indica letteralmente) e legale come coronamento di un sogno d’amore, oggi voglio parlarvi  dei matrimoni civili e di quelli simbolici.

Voglio parlavi di come si svolge un matrimonio civile e in cosa consiste, quali i documenti necessari, le possibili location e chi può e non può celebrarlo.

Partiamo dal principio. Incosa si differenziano i matrimoni civili da quelli religiosi?

Il matrimonio religioso, come già il termine indica, ha validità puramente religiosa. Viene celebrato da un ministro di culto cattolico, ovviamente in chiesa. In seguito ad un concordato nel 1984 tra autorità ecclesiastica e lo stato italiano, il matrimonio religioso prende il nome di “concordatorio” assumendo anche validità civile.

Il rito civile, al contario, ha validità esclusivamente civile. Non ha quindi nessun valore religioso.

Quali sono i documenti necessari per un matrimonio civile e quali le tempistiche?

Per cominciare ad organizzare un matrimonio civile è necessario recarsi in comune con carta di identità per poter fare richiesta delle pubblicazioni. Le pubblicazioni sono necessarie perappurare che non ci siano “situazioni contrarie” (ad esempio l’essere liberi da precedenti matrimoni). Non è necessario che vadano entrambi i futuri sposi, può recarsi uno solo dei due con delega e fotocopia di carta d’identità o addirittura delegare ad una terza persona.

Per le pubblicazioni è necessaria una marca da bollo da 14,62€, se entrambi si è residenti dello stesso comune o se siè scelto un terzo e diverso dal vostro. Ne serviranno due nel caso si è residenti di due comuni differenti.

Passati 25 giorni di cui 14 per i documenti in comune, 8 per le pubblicazioni e 3 successivi per il nullaosta, sarete liberi di procedere con la data delle nozze (nei 180 giorni successivi).

Dove si possono celebrare i matrimoni civili?

Di regola un matrimonio civile è possibile celebrarlo nella casa comunele del proprio comune di residenza o in un secondo comunea sceta.

Ma l’aumentare dei matrimoni civili ha fatto sì che molti comuni eleggessero a “casa comunale” luoghi fuori dal proprio municipio. Spiagge, ville, castelli, palazzi storici, chiese sconsacrate, ecc.

Location sicuramente molto più belle e suggestive delle fredde e spoglie stanze comunali.

Non disperate, se nel vostro comune non ci sono location dove poter relebrare riti civili, potrete sempre segliere un rito simbolico. Il giorno delle vostre nozze vi recherete prima in comune con solo i testimoni per le firme necessarie, ed in seguito potrete recarvi nella location che preferite con amici e parenti per celebrare un rito simbolico con un celebrante laico.

Chi può celebrare una cerimonia civile?

In genere i riti civili vengono celebrati dall’ufficiale dello stato civile, che per l’occasione indossa la fascia tricolore. L’ufficiale può però, in quell’occasione, delegare la propria competenza a uno o più consiglieri o a una terza persona che gode dei requisiti per la nomina diconsigliere com unale. E quì viene il bello!

Per legge infatti, qualunque cittadino italiano maggiorenne che abbia i requisiti può esse eletto e quindi assumerne la carica temporaneamente. Potrete quindi decidere di farvi sposare dal vostro migliore amico o una persona cara. Ma non da un vostro famigliare.

Quali sono le fasi che caratterizzano un rito civile?

Rispetto alle cerimonie religiose, i riti civili sono molto più brevi e concisi. Normalmente durano dai venti ai trenta minuti.

Generalmente si suddivide i tre momenti: la lettura dei tre articoli del codice civile, l’esplicita e pubblica dichiarazione di volontà dai due coniugi, ed infine la lettera dell’atto di matrimonio e la sottoscrizione dei due coniugi, dei testimoni e dell’ufficiale in carica.

In questa fase verrà posta la classica e tanto attesa domanda “vuoi tu…” ad entrambi gli sposi e in seguito lo scambio delle fedi.

Infine, la cerimonia si concluderà con un breve discorso da parte dell’ufficiale. In questo caso se il celebrante è un vostro amico o conoscente, il momento sarà molto più toccante e personale.

Come rendere più suggestivo e romantico un matrimonio civile?

In un precedente articolo, sui matrimoni in riva al mare, vi avevo dato qualche anticipazione…vediamo di approfondire! 🙂

Il rito della luce (o delle candele) è uno tra i miei preferiti. Entrambi i coniugi, durante lo scambio delle promesse, reggono una candela accesa con la quale contemporaneamente ne accendono una terza. Questa poi verrà conservata ed accesa ogni anno il giorno dell’anniversario di nozze.

Matrimoni civili e riti simbolici Consigli Unioni civili  Riti simbolici Matrimoni civili consigli

Talìa Wedding

Molto simile è il rito della sabbia, in cui lui e lei reggono un contenitore pieno di sabbia. Entrambi la versano unendola e mischiandola in un terzo contenitore, magari particolare e ancor piú bello se la sabbia dei due coniugi è di colore diverso. Sarà la reale rappresentazione della vostra unione, inizialmente due singoli e diversi creano un nuovo singolo.

Matrimoni civili e riti simbolici Consigli Unioni civili  Riti simbolici Matrimoni civili consigli

Eventi ad Arte

Matrimoni civili e riti simbolici Consigli Unioni civili  Riti simbolici Matrimoni civili consigli

Eventi ad Arte

Altro rito, molto particolare e non ancora molto diffuso in italia è il rito ring warming. Un rito simbolico che richiede il coinvolgimento di tutti i presenti. Uno alla volta, i presinti, terranno le fedi nuziali strette tra le mani mentre recirerannlla loro benedizione agli sposi, che solo in seguito si scambieranno.

Matrimoni civili e riti simbolici Consigli Unioni civili  Riti simbolici Matrimoni civili consigli

Jen and Chriscreed

Questi sono esempi di riti simbolici molto belli, romantici e con un forte impatto emotivo. Ma, come ripetuto più volte, credo che sia senza dubbio molto più bello, se al momente di recitare le promesse, diceste quello che sentite realmente nel vostro cuore.

Se siete timidi o ansiosi, se avetepaura di dimenticare o cominciare a balbettare, potrete sempre leggere quello che avrete scritto in precedenza. Se non siete sicuri di scrivere, potrete leggere una poesia particolare che vi piace particolarmente o addirittura cantare una canzone!

Credo che il bello dei matrimoni civili sia proprio la più completa e totale personalizzazione, che con un rito religioso non si può neanche pensare!

Allora liberate la vostra fantasia e date libero sfogo ai vostri desideri! 

Concludo dedicandovi questa stupenda poesia di Frida Kalo, augururandovi di vivere il vostro giorno da favola così come lo immaginate e una lunga vita insieme piena d’amore!! 🙂

“Ti meriti un amore”

Ti meriti un amore che ti voglia
spettinata,

con tutto e le ragioni che ti fanno
alzare in fretta,

con tutto e i demoni che non ti
lasciano dormire.Ti meriti un amore che ti faccia
sentire sicura,
in grado di mangiarsi il mondo
quando cammina accanto a te,

che senta che i tuoi abbracci sono
perfetti per la sua pelle.

Ti meriti un amore che voglia ballare
con te,

che trovi il paradiso ogni volta che
guarda nei tuoi occhi,

che non si annoi mai di leggere le
tue espressioni.

Ti meriti un amore che ti ascolti
quando canti,

che ti appoggi quando fai la ridicola,
che rispetti il tuo essere libera,

che ti accompagni nel tuo volo,
che non abbia paura di cadere.

Ti meriti un amore che ti spazzi via le
bugie
che ti porti il sogno,
il caffè
e la poesia.
– Frida Kahlo –

Immagine di copertina Talìa Wedding.

xoxo
#sitivoglio