Browsing Category

Consigli

Consigli

Le 20 cose che le spose dimenticano

7 Luglio 2019
Le 20 cose che le spose dimenticano Consigli

Prima, durante e dopo le vostre nozze… Ecco le 20 cose che le spose dimenticano!

Ci siamo! Finalmente è arrivato il grande giorno, tutti i preparativi si sono conclusi. Ti stai domandando “quali sono le cose che le spose dimenticano?” ed ecco che ansia e stress sono al culmine e l’agenda è satura. ma quella sensazione di aver dimenticato qualcosa proprio non ti lascia in pace!

Imprevisti e dimenticanze possono sempre capitare, ma finalmente potrai stare tranquilla! Ci penso io a farti un recappone finale.

Pronta a prendere appunti?

1.Fedi e bouquet

Ebbene sì! Non potete farne a meno ma sono la prima cosa che si tende a dimenticare con più facilità!

Affidate fedi e bouquet ad un testimone o damigelle, saranno a portata di mano nel momento del bisogno e voi sarete più tranquille.

2. Delegare

Non cadete nell’errore di pensare di poter e dover fare tutto voi. Delegare non è sbagliato (e nemmeno una sconfitta).

Delegate ad amici più stretti o parenti il delegabile, voi avrete un attimo di respiro e loro apprezzeranno sentendosi coinvolti nel vostro momento speciale.

Sarete voi comunque a decidere e dando indicazioni sul da farsi. Un po’ come se aveste incaricato una wedding planner, ma in maniera più semplice.

Ti interessa sapere più nel dettaglio cosa realmente fa una wedding planner? Clicca qui!

3. Regali per testimoni e damigelle

Testimoni, damigelle, paggetti e flower girls sono figure importanti durante la cerimonia (se avete deciso di averli, tranne i testimoni quelli sì che sono indispensabili! :D), per questo motivo far loro un piccolo pensiero è un gesto carino da prendere in considerazione.

Non è una regola. Tuttavia se avete voglia di farlo è apprezzabile.

4. Kit per gli ospiti

Bastano pochi gesti per prendersi cura degli invitati e far bella figura. Un piccolo kit di benvenuto li farà sentire coccolati.

Ventagli o fazzolettini personalizzati per la cerimonia o un “kit per smaltire l’hangover” , autan o ciabattine, saranno utilissimi e molto apprezzati dai vostri ospiti.

5. S.O.S. Kit per la sposa

La sera prima, ricordatevi di preparare una pochette con dentro l’indispensabile per rimediare ad ogni imprevisto. Kit da cucito, cerotti, colla, ecc… potranno sul serio salvare il matrimonio!

Leggi qui per conoscere i 10 indispensabili per l’s.o.s. Kit delle nozze. S.O.S. Wedding Kit

6. Catering

Sapevi che è molto importante comunicare al catering eventuali intolleranze, allergie o preferenze alimentari dei tuoi invitati? Non devi assolutamente dimenticarti di chiederlo ai tuoi ospiti e comunicarlo al catering qualche giorno prima.

7. Donazione in chiesa

Se ti sposi in chiesa, sicuramente il parroco ti avrà informato della donazione da effettuare finita la cerimonia. Quel giorno però, presi dall’ansia, festeggiamenti e fretta di arrivare in location potresti dimenticarti di questo particolare. Il mio consiglio è quello di pensarci qualche giorno prima, oppure di incaricare un parente o comunque una persona a te stretta (ma meno coinvolta nei festeggiamenti) che non si dimentichi di farlo a fine cerimonia.

8. Libretto messa

Certamente ormai saprete dell’esigenza del libretto messa (se fate la cerimonia in chiesa ve lo ricorderà di certo il parroco) ma, quello che molto spesso dimenticate è di contare nel numero di stampe anche quello per voi, testimoni e per il celebrante.

9. Le tradizioni

Se siete amanti delle tradizioni, non vorrete certo arrivare impreparate il giorno delle nozze. Non aspettate la sera prima per procurarvi qualcosa di nuovo, di vecchio, di
prestato, di regalato e qualcosa di Blu.

In questo articolo “Tradizioni e usanze legate al matrimonio” puoi approfondire l’argomento.

Sapete qual è la domanda più frequente chi mi capita di ricevere poco prima delle nozze? “Dove mi devo sedere per la cerimonia?”

Ecco qui vi togliete tutti i dubbi e potrete conosce il perchè! “Sposa a sinistra o a destra?”

10. Le foto di rito

Sempre più richieste ormai le così dette “foto reportage”, concordo con voi, molto più naturali e vere. Non avete voglia di essere rapiti e “tortuarti” per ore e preferite catturare piccoli particolari, più spontanei e divertenti. Eppure alcune ‘pose’ sono imprescindibili, ed è importante chiedere al fotografo di ricordarsele: foto con i genitori, le sorelle e i fratelli per esempio.

11. Il dress code

Se siete amanti della perfezione e ci tenete che tutto sia perfettamente coordinato ed armonioso a colpo d’occhio, anche se non volete imporre un dress code ai vostri ospiti, ricordatevi di comunicare loro colori e mood scelto per le nozze. Ci penseranno loro! 😉

12. Il piano B

Viene chiamato “piano B” quel programma alternativo a cui si spera sempre di non dover ricorrere mai! Tuttavia
è di importanza fondamentale progettarlo in anticipo e tenerlo in considerazione, soprattutto se
avete preferito non affidarvi a un Wedding Planner. Se avete una location che al coperto non può contenere tutti i vostri ospiti in caso di pioggia, ad esempio, optate per tempo per una tensostruttura a noleggio ed assicuratevi di poter disporre il luogo del ricevimento di tutto l’occorrente: ombrelli e salvatacchi saranno un elemento fondamentale, oltre a fungere da pretesto decorativo davvero originale!

Qui i miei consigli per “Il perfetto piano B per le tue nozze da serie A!

13. Il Lancio del riso

Se per la fine della cerimonia avete previsto il lancio del riso e non avete acquistato il riso antimacchia fatto proprio per i matrimoni (su Amazon lo trovate a prezzi davvero convenienti), dovrete preoccupano di lavare il riso! Se non viene messo a bagno e fatto asciugare per bene, può macchiare gli abiti per sempre.

14. Orari di punta e spostamenti

Ricordatevi di pianificare la timeline del giorno delle nozze considerando il tempo che ci vogliono per gli spostamenti. Ma soprattutto, soprattutto se vi sposate in un giorno infrasettimanale (come avviene sempre più spesso, valida opzione per risparmiare specialmente su location e catering) considerate anche gli orari ed eventuali orari di punta per il traffico.

15. Prestare attenzione alla toilette

Quando visitate e scegliete una location, oltre a valutarne la bellezza e la fattibilità del piano b, prestate attenzione ai bagni. Al loro accesso, agibilità e spazio. Soprattutto se, vi sposate all’aperto, avete scelto un abito molto ampio e se avete ospiti con difficoltà ed esigenze particolari.

Un particolare in più, fate trovare loro nella toilette un “kit benessere”. magari un cestino dove disponete salviettine rinfrescanti, deodorante, una spazzola… quello che ritenete opportuno. Questo è un piccolo suggerimento (da wedding planner 😆) se ci tenete particolarmente al benessere dei vostri invitati e volete stupirli maggiormente! 😉

16. Ospiti indesiderati

No, non parlo di selezione all’ingresso… mi riferisco ad api, vespe, zanzare che potrebbero infastidire ospiti. Assicuratevi di avere candele alla citronella, stick o salviettine repellenti o dopo-puntura. In più potete optare per un allestimento floreale a base di rosmarino, menta, lavanda, basilico e geraneo.

17. RSVP

Sì, ora parlo proprio dei vostri invitati! Siete ancora in pochi a considerare l’importanza di ricevere la conferma dagli invitati in un tempo consono. Sottovalutando l’importanza di stabilire una scadenza da comunicare, negli inviti, per evitare di non avere notizie fino a pochissimi giorni prima delle nozze. Sapete poi come va a finire? Primo, carico d’ansia non indifferente, secondo chiamerete voi (un po’ forzati e scocciati) per avere risposta!

18. Dopo i festeggiamenti

Sicuramente siete stati bravi a programmare la consegna in location di bomboniere, guest book, tableau, libretti cerimonia, confettata, cake toppr, ecc… Ma chi penserà a ritirarli a fine di tutto? Di sicuro vorrete averli per custodirne il ricordo, ma anche se non fosse così, bisognerà pulire e sgomberare la location! Una cosa è certa, voi sarete troppo impegnate o stanche per farlo, delegate! Ma ricordatevi di farlo prima!

19. Ringraziare

Sembra scontato, tuttavia non lo è! Ricordatevi di ringraziare i vostri invitati o comunque tutti coloro che vi hanno scritto o fatto il regalo. potete inserire un semplice, ma personale, bigliettino correlato alle bomboniere. Aggiungere un biglietto di ringraziamenti nel coordinato grafico richiesto, da spedire o consegnare successivamente. Una bella cartolina dal viaggio di nozze, o magari perchè no, un video saluti.

20. Sorridere, sorridere, sorridere…è la più importante tra le cose che le spose dimenticano!

Mettete da parte ansie, paure e preoccupazioni e ricordatevi semplicemente di sorridere e godervi fino in fondo il magico momento!

Queste sono le 20 cose che tendenzialmente tutte le spose dimenticano, ma adesso sono sicura che sarai più preparata e meno in ansia! 😉

Le 20 cose che le spose dimenticano Consigli

Le 20 cose che le spose dimenticano Consigli
#sitivoglio
Le 20 cose che le spose dimenticano Consigli
Le 20 cose che le spose dimenticano Consigli
Consigli Featured

Unioni civili

30 Giugno 2019
Unioni civili Consigli Featured

Questo articolo, sulle unioni civili, si ispira a quel sentimento di orgoglio gay. Alla voglia di amare qualsiasi colore dell’arcobaleno. Senza paura ed etichette.

In questi giorni, a Milano ma come in altre città italiane, si celebra il gay pride.

L’espressione inglese gay pride (letteralmente orgoglio gay) richiama in italiano due concetti distinti: quello di fierezza gay e quello di pride parade (parata dell’orgoglio), la marcia dell’orgoglio gay che mantiene in vita la memoria dei moti di Stonewall del 1969.

Personalmente non impazzisco per la parata in sè. Non fraintendete, per esempio non simpatizzo nemmeno per la festa della donna. Credo che l’ostentazione di un “dato di fatto” quotidiano, umano e sociale sfoci tra il superfluo e l’inappropriato. Non ho bisogno di una, imposta ed etichettata, festa “dell’otto marzo” per ribadire l’evidenza di chi sono e cosa merito. Altrimenti sarebbe come accettare la controparte della diversità. Ma, ribadisco, questo è il mio personale punto di vista. Tuttavia sono certamente convinta che l’uomo (inteso come essere umano) debba ancora sensibilizzarsi molto sull’omossessualità e sulle unioni civili.

Sono però ovviamente fortemente credente nell’amore incondizionato, non etichettato e soprattutto libero! Non deriso o aggredito, in qualsiasi circostanza.

Ecco perchè, proprio oggi ho deciso di scrivere questa guida pratica sulle unioni civili.

Perchè, come per tutti i matrimoni, è importante conoscere bene tutta la parte burocratica pre-matrimoniale. Prima di tutto perchè, anche per le unioni civili, ci stiamo legando a tutti gli effetti “contrattualmente” ad un’altra persona. Secondo, per non arrivare impreparati con informazioni e documenti mancanti il giorno del sì. Si chiamano unioni civili, per me vuol dire amore.

Di fondo c’è una sostanziale differenza tra unioni civile e matrimonio. In Italia, le unioni civili sono permesse solo alle coppie dello stesso sesso. A differenza del matrimonio religioso o civile, permesso solo a coppie di sesso opposto. Dunque diritti e doveri sono un pochino differenti per le due celebrazioni, se pur due atti della stessa Costituzione.

Partiamo dalle basi. L’unione civile prevede due soggetti (dello stesso sesso) maggiorenni, alla presenza di un pubblico ufficiale che convaliderà l’unione con la procedura di rito e due testimoni. L’unione verrà iscritta nel registro dello stato civile, in cui verranno indicati i dati anagrafici, la residenza e il regime patrimoniale. I due neo sposi possono poi decidere di avere un cognome comune, ma non è obbligatorio.

Due persone non possono sposarsi se almeno uno dei due non è maggiorenne, se ha un’infermità mentale, se sono parenti o sono già sposati, oppure se uno dei due è accusato in via definitiva per omicidio o tentato omicidio di un precedente coniuge. Non è poi valida se l’unione è determinata da costrizione o paura.

Diritti e doveri

Oltre al nome, i due coniugi decidono il regime patrimoniale da adottare (comunione o separazione dei beni) e l’indirizzo della residenza da indicare come abitazione della vita coniugale. In fatto di reversibilità della pensione, eredità e successioni (tutti diritti che valgono anche nell’unione) si applica la procedura indicata dal codice civile.

Nel caso di cambio sesso, l’unione civile decade automaticamente quando si ha la rettifica del genere all’anagrafe. (Questo avviene, non solo per le unioni civili, anche per i matrimoni religiosi e civili).

Documenti necessari per le unioni civili.

La parte burocratica per le unioni civili è molto più snella rispetto ai matrimoni civili o religiosi, ma pur sempre essenziale.

La coppia dovrà presentare all’ufficio predisposto un documento, previsto appositamente dalla legge per le unioni tra coppie dello stesso sesso, chiamato Dichiarazione Costitutiva dell’Unione Civile.

Questo documento prevede:

Nome e cognome.

Data e luogo di nascita.

Cittadinanza.

Luogo di residenza.

Insussistenza delle case ostative alla costituzione dell’unione. Per maggiori approfondimenti clicca qui.

Inoltre la richiesta dovrà essere allegata una marca da bollo da € 16,00.

L’ufficiale di stato civile dovrà, dopo aver verificato la correttezza dei dati nel modulo, redigere il verbale che formalizza l’unione. Sarà poi fissata la data e l’ora per la celebrazione vera e propria, che ufficializzerà la cerimonia e permetterà di trascrivere l’unione nel registro.

In altre parole, basta veramente poco per essere uniti civilmente. Tuttavia non è ancora così semplice, emotivamente parlando, in Italia dopo tre anni dalla regolamentazione nel 2016.

Unioni civili Consigli Featured

Cerimonia

Consegnati i documenti, all’Ufficio Matrimoni e Unioni Civili, confermata la correttezza della richiesta e dell’identità dei due richiedenti, è la volta del “processo verbale”. Viene redatto dall’ufficiale di stato civile, sottoscritto dallo stesso assieme ai due soggetti.

Una volta eseguito il processo verbale, l’ufficiale ha 30 giorni di tempo per verificare la correttezza dei documenti. Passati i 30 giorni (o prima qualora le verifiche richiedano delle tempistiche minori) la coppia potrà procedere alla cerimonia per ufficializzare l’unione civile.

Si passa poi alla parte più divertente, la prenotazione della sala. Specialmente se avete intenzione di scegliere un luogo differente (come per i matrimoni civili).

Il celebrante può essere il sindaco, un consigliere o un assessore, ma anche un civile con delega da parte del sindaco. La persona delegata dovrà indossare la fascia tricolore.

Lo svolgimento della cerimonia avviene come per quella civile. Alla presenza del celebrante e di due testimoni, i due soggetti devono rendere una dichiarazione personale e congiunta sull’intenzione di unirsi civilmente. Poi, il celebrante chiederà singolarmente alle due parti se intendono unirsi e in seguito alla loro affermazione, chiederà ai testimoni se hanno sentito la risposta.

In seguito, ricevuta la risposta dalle parti e la conferma dei testimoni, avviene lo scambio degli anelli e il celebrante leggerà la formula di rito come indicato dalla legge.

Seppure la cerimonia non prevede alcuna dichiarazione (promessa) da parte dei due richiedenti, la si può concordare prima con il celebrante e dunque personalizzare. Rendendola così molto più coinvolgente, personale e suggestiva. Stessa e identica cosa per il matrimonio civile.

In conculsione l’atto viene trascritto sul registro delle unioni civili, viene certificato e soprattutto riconosciuto dallo Stato italiano.

Bacio, bacio, bacio… Perchè tutte le avventure cominciano con un sì!

Unioni civili Consigli Featured

Scrivimi, anche solo per saperne di più. Sarò molto felice di risponderti! ❤️

Unioni civili Consigli Featured
#sitivoglio
Unioni civili Consigli Featured
Unioni civili Consigli Featured

Consigli Featured

Il perfetto piano B per le tue nozze di serie A!

19 Maggio 2019
Il perfetto piano B per le tue nozze di serie A! Consigli Featured

Le 6 regole da tenere a mente per uno speciale piano B e non di serie B.

Niente vi terrorizza di più che la mal riuscita del giorno delle nozze per colpa del maltempo. Ecco perchè è necessario (se non obbligatorio in molti casi) pensare sin da subito al famoso piano B!

Quello che spesso succede, è dedicare il 100% all’organizzazione del matrimonio e lo 0% al piano b. Questo succede ovviamente, il più delle volte, se non vi siete affidati ad una wedding planner che professionalmente si occupa di questo e da benissimo quanto sia importante!

Il giorno delle nozze possono capitare mille imprevisti, dai più banali (una macchia sul vestito o una scarpa rotta) a più grossi che implicano grandi cambiamenti a quanto organizzato (che sia un caldo asfissiante o temporale improvviso). 

Per i piccoli inconvenienti avevo scritto un articolo in cui parlo dell’importanza del “S.O.S. Wedding Kit”! Io ovviamente è la prima cosa che metto in borsa quando mi occupo anche del coordinamento del giorno delle nozze e quindi sono presente ad un matrimonio. 

Il perfetto piano B per le tue nozze di serie A! Consigli Featured
S.O.S. Wedding Kit

Ma cosa fare e come organizzare al meglio un piano b degno del vostro matrimonio?

Ecco qualche dritta per un piano b perfetto.

Ricordate, non ci si può infatti affidare al fato! Se pensate di non saper sopportare lo stress o non avere il tempo necessario per poter pensare e organizzare tutto nel migliore dei modi, allora vi consiglio di affidarvi ad una wedding planner. Il suo ruolo è proprio quello di pianificare e coordinare tutto questo e tanto altro, con professionalità, permettendovi di godere solo dei lati belli e positivi del vostro matrimonio!  

1. Prima regola organizzare!

Lo so cosa fate, non ci pensate per tutto il periodo dell’organizzazione (come se questo potesse eliminare il problema) e poi una settimana prima controllate h24 il meteo su mille dispositivi differenti. Non va bene! È come in guerra, conosci il tuo peggior nemico meglio del tuo migliore amico! 🤣 Pianificarlo e organizzare il miglior piano d’attacco sin da subito vi permetterà di trascorrere una giornata meravigliosa pur con piano b in atto!

2. Il piano B non è arrangiarsi all’ultimo minuto.

Un elemento fondamentale della buona riuscita di un piano B è la location. Eh sì, avete capito bene. Se la prima location di cui vi siete tanto innamorati, per il meraviglioso giardino su cui già sognate il ricevimento di 200 ospiti. Ma poi ha al suo interno una sola sala che può ospitarne solo la metà, non è la location adatta al vostro matrimonio! Valutate sempre gli spazi esterni e quelli interni allo stesso modo, per permettere ai vostri invitati il giusto spazio e accoglienza. A meno che non studiate qualcosa di diverso…

3. Budget! Secondo elemento fondamentale.

È necessario considerare una parte del vostro budget da ricadere a queste “spese impreviste”. Se la location scelta non ha un spazio interno capiente o che non vi soddisfa, una valida alternativa da considerare sono delle coperture, gazebo per il troppo caldo per esempio o tensostrutture  per acquazzoni improvvisi. Se calcolati prima e scelti con cura non avrete “l’affetto accampati” ve lo assicuro! Per esempio se optate per la tipologia “Cristal”, cioè trasparente, questa fungerà anche da allestimento scenico. Mi raccomando, controllate che il terreno sia in piano, altrimenti sarà fondamentale pensare anche alla pavimentazione della tensostruttura.

4. Ombrellini e ventagli

Ombrellini e ventagli saranno un perfetto gadget per i vostri invitati ed al momento opportuno utilissimi! Come anche cappellini di paglia, repellenti per zanzare sotto forma di braccialetti e tatuaggi per i più piccoli!

5. Anche il troppo vento potrebbe essere un problema! 

Se vi sposate in altura o al mare o comunque in zone spesso ventilate, non sottovalutate anche questo dettaglio. Considerate l’aggiunta di un capo di abbigliamento che possa coprirvi per non farvi ammalare ma non rovini le vostre foto! 😂 È necessario studiare zone diverse che siano meno ventilate, o porticati per esempio. Se sognate ricevimento di sera, con mille candele, super romantico, munitevi di candele non a fiamma scoperta, o magari optate per quelle a batteria (c’è ne sono di belle) e di un accendino anti-vento. Questo non vale solo per il ricevimento ma anche per la cerimonia, se fatta all’aperto e soprattutto se con rito della luce! Vale lo stesso per ombrellini e ventagli se la cerimonia è di giorno e per di più sotto al sole! 

6. Pensiero positivo!

Niente e dico niente vi aiuterà come il pensare positivo! Ogni imprevisto è fatto per essere superato, basta solo un po’ di calma e predisposizione a risolverli senza troppo stress.

Ricordate, non ci si può affidare al fato! Se pensate di non saper sopportare lo stress o non avere il tempo necessario per poter pensare e organizzare tutto nel migliore dei modi, allora vi consiglio di affidarvi ad una wedding planner. Il suo ruolo è proprio quello di pianificare e coordinare tutto questo e tanto altro, con professionalità, permettendovi di godere solo dei lati belli e positivi del vostro matrimonio!  

Se hai domande o vuoi saperne di più, scrivimi e ti risponderò con piacere! ❤️

Il perfetto piano B per le tue nozze di serie A! Consigli Featured
#sitivoglio
Consigli Featured

Un matrimonio senza… Quello che realmente può mancare al tuo matrimonio.

28 Dicembre 2017
Un matrimonio senza... Quello che realmente può mancare al tuo matrimonio. Consigli Featured  consigli

Sai che puoi sposarti anche senza…

Scommetto che, hai appena cominciato ad organizzare il tuo matrimonio e sei già stufa di sentirti dire “Hai bisogno di questo” e “Non puoi fare a meno di quello”. Ho indivinato?

Hai solo voglia di decidere con la tua testa, pensando a cosa vorresti veramente ed a cosa vorresti proprio evitare!  Come darti torto!

Tutti quei famigliari ed amici che ti parlano di quello che non può proprio mancare alla tue nozze come se fossero le loro e tu non sai proprio cosa fare.

Ti svelo un segreto. Il tuo matrimonio è soltanto tuo (e della tua dolce metà) e di nessun altro! 

Ma forse anche questo l’hai già sentito! Quello che non sai ancora è che puoi fare a meno di parecchie cose.

Matrimonio senza abito

No, non sono impazzita! Non vi sto consigliando di sposarvi senza vestiti, anche se io non giudico mai! 😜

Quello che voglio dirvi è che molto spesso diventa una spesa molto onerosa, quella dell’abito da sposa, perché si pensa di esser costretti a certi canoni e di non avere alternative.

Sbagliato! Chi l’ha detto che l’abito da sposa deve essere per forza bianco? Puoi scegliere modelli differenti, cercando online o in negozi non prettamente di abiti da sposa (vedi AsosMax Marosando anche con colori differenti. In questo modo potrai  risparmiare sicuramente parecchio!

Matrimonio senza tacchi

Non vado matta per le ballerine (anzi le odio), non vi sto nemmeno dicendo di rinunciare ai tacchi. Quello che consiglio è di pensarci bene, magari anche due volte, prima di intestardirvi nell’acquistare delle bellissime scarpe con un tacco vertiginoso (soprattutto se non siete molto pratiche) magari anche molto costose per poi comprarne un secondo paio altrettanto costoso ma più comodo. Lo trovo veramente inutile!

Un metodo assolutamente valido per risparmiare sulle scarpe da sposa è non acquistare scarpe da sposa! E già!

Vale lo stesso discorso dell’abito. Purtroppo cercando in negozi non esclusivi da sposa, troverete bellissime scarpe (anche bianche) che postano molto meno e che potrete riutilizzare facilmente!

Mettiamola così, chi l’ha detto che non puoi sposarti con stivaletti o sneakers? Specialmente se hai scelto di sposarti all’esterno su un bel prato (ma scomodo per camminarci coi tacchi).

E perché no, hai pensato di sposarvi scalzi? Che sia su di un prato o sulla sabbia, lo trovo molto rilassante, emozionante e coinvolgente.

Matrimonio senza fedi

Lo so ora state pensando “adesso l’ha sparata proprio grossa!”

Chiariamo subito una cosa, le fedi sono il simbolo del matrimonio! E non si discute! Ma di sicuro oggi c’è molta più scelta e alternativa sia di materiali  che di modelli. Personalmente non mi piace molto la vecchia e classica fede, ma opterei per qualcosa di più particolare e personalizzato. Per esempio mi piacciono molto quelle di Moh Gioielli molto particolari e rustiche, come i pezzi unici di My Golden Age dal sapore antico. Per chi invece volesse lanciarsi nel realizzare personalmente le proprie fedi, Mio e Tuo farà al caso vostro, con un mini corso studiato ad hoc!

Matrimonio senza cravatta

Basta con le costrizioni, chi l’ha detto che lo sposo deve essere per forza in giacca e cravatta! Come la sposa anche lo sposo è libero di vestirsi come più è comodo, se ne ha voglia. Sono super convinta che (e vale per entrambi i sessi) quel giorno sia fondamentale essere se stessi!

Matrimonio senza fiori

E già, perchè no! Se non siete amanti dei fiori, se volete risparmiare e specialmente se avete scelto una location bucolica all’aria aperta, bellissima naturalmente, potete benissimo farne a meno! O magari optare per qualcosa di alternativo, come fiori di carta, magari per il bouquet (perfetto se avete scelto il tema origami!) oppure delle erbe aromatiche. Potreste noleggiare delle piante (che siano orchidee, succulente, aromatiche o ulivi bonsai) vi farà risparmiare tanto sul costo finale e non verrano buttate!

Matrimonio senza wedding planner

Dimmi la verità, non ti aspettavi un’affermazionr del genere da un wedding planner! Ti ho stupita.

Non sono qui per dirti bugie, puoi benissimo sposarti anche senza una wedding planner come ha fatto tua madre e prima ancora tua nonna. Ma sei sicura di non averne bisogno?

I tempi sono cambiati, la vita frenetica con la quale ti rapporti ogni giorno non è quella di qualche anno fa. Le esigenze sono cambiate, non ci si accontenta più delle classiche e scontate situazioni. Di una sala ricevimenti e matrimoni impostat tutti allo stesso modo ! La Wedding planner è quella figura professionale che può aiutarti ad avere di più, quello che realmente desideri. Facendoti organizzare le tue nozze senza stress e facendoti risparmiare!

Dai un’occhiata ai servizi che posso offrirti e potrai constatare di persona! Clicca qui.

Sei d’accordo con me?

Sono sicura che sarai d’accordo con me su almeno la metà dei “senza” elencati e che probabilmente te ne o venuti in mente degli altri!

Sono super convinta di un’unica cosa, sono convinta che ci si può sposare senza nulla di queste cose se lo si desidera. L’unico elemento che non può mancare è l’amore, il resto è solo un contorno di festa!

Se hai voglia di raccontarmi i tuoi “senza” o raccontarmi di come stai organizzando il tuo matrimonio, oppure senti il bisogno di un suggerimento professionale non esitare a contattarmi! Sarò felicissima di ascoltarti, confrontarmi con te e darti tutti i miei consigli offrendoti una bella tazza di caffè! 😉

XOXO
#sitivoglio

Consigli Featured

Heart Friday per il tuo matrimonio!

21 Novembre 2017
Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured

Vi svelo il perchè l’Heart Friday è meglio del Black Friday!

Da piccola, il Black Friday mi faceva quasi paura! Mi faceva pensare ad un film dell’orrore. Avete presente Scream “Hai impegni per venerdì 17?” Ecco precisamente a quello! 😂

Oggi, a 30 anni, questa fantasia non mi ha ancora abbandonata.

Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured

Immagine presa da cinema.everyeye.it

Ma, come ogni film che si rispetti ha il suo protagonista dal cuore impavido, questa volta ho deciso di interpretare io quel protagonista coraggioso ed affrontare le mie paure! Un po’ come Will con il suo Demogorgone in Stranger Things o Bill contro Pennywise in It!  Troppo autoreferenziale? Bè, ognono si immedesima nel personaggio che preferisce, specialmente in un film/serie “horror”! 😬

Quindi mi sono detta, “Marika, niente paura, affronta il Black Friday e mettici il cuore!”. È così ho fatto, trasformandolo nel Heart Friday! ♥️

Tranquilli, lo sconto c’è! 😃 Ma soltanto per chi mi scrive via mail (entro la mezzanotte di venerdì 24 novembre) e scrivendo come oggetto della mail HEARTFRIDAY!

Ma quest’anno ho deciso di fare molto più del solito sconto del 20%. Voglio farvi un regalo bellissimo! 🎁

Uno di quei regali autentici, fatti col cuore e con amore. Uno di quei regali che vengono ricordati come unici!

Per tutte le coppie che mi contatteranno in occasione del Heart Friday

E che ovviamente richiederanno il mio aiuto per organizzare le loro nozze (scopri tutti i miei servizi quì) riceveranno in regalo un meraviglioso servizio fotografico professionale di coppia! Sì, proprio a tutte, senza alcun sorteggio.

Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured

Hai già sentito parlare dell’ormai conosciutissimo Engagement Session?

Bene, sì proprio quello! Un professionale, romantico e coinvolgente servizio fotografico di coppia (prematrimoniale) con la bravissima fotografa Miriam Callegari! Che io adoro ovviamente! 😊

Miriam saprà coccolarvi catturando il lato migliore e forse nasconto, del vostro amore.

Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured    Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured    Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured    Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured    Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured    Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured

Il servizio fotografico, in studio o in location, durerà circa 30 minuti. Al termine riceverete 14 scatti (post prodotti e in alta risoluzione) più 14 meravigliose piccole stampe racchiuse in un mini album, tascabile e fatto a mano. Stupendo vero? Io me ne sono innamorata a prima vista! ♥️Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured    Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured    Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured    Heart Friday per il tuo matrimonio! Consigli Featured

Ecco, ora vi ho raccontato proprio tutto. Della mia favola del Heart Friday, delle sue protagoniste e di quanto cuore ci ho messo!

Adesso non mi resta che aspettare il lieto fine e a voi di godere dei fantastici regali! 💝

Che ne dite, ne vale la pena vero?

Scrivetemi via mail a [email protected], con oggetto: HEARTFRIDAY mi raccomando!

A tutto il resto ci penso io!

XOXO
#sitivoglio

 

Consigli Featured

Data nozze 2018. Come scegliere quella giusta!

8 Ottobre 2017
Data nozze 2018. Come scegliere quella giusta! Consigli Featured  Matrimoni a tema consigli

Finalmente è arrivata l’attesa proposta, avete pronunciato il vostro “sì” ed ora, anello al dito, non resta che scegliere la data nozze perfetta!

Data nozze 2018, come sceglierla? Quali sono quelle migliori e quali le date da evitare?

Ci pensa la vostra wedding planner a suggerirvi qualche trucchetto! 😉

Data nozze 2018. Come scegliere quella giusta! Consigli Featured  Matrimoni a tema consigli

Prima della data, scegliete il periodo

Come tempo fa vi ho raccontato in “Quattro stagioni per un matrimonio”, non c’è solo una stagione per sposarsi! Non fermatevi nel sfogliare il calendario tra giugno ed agosto, ogni stagione ha delle caratteristiche molto belle.

Scegliete quella che più si addice alle esigenze della vostra coppia.

Inoltre quest’anno dal 14 giugno al 15 luglio ci sono i mondiali di calcio! Perciò, se il tuo lui è un appassionato o se pensate di poter avere problemi con gli invitati, magari rinunciate a quel periodo! 😉Data nozze 2018. Come scegliere quella giusta! Consigli Featured  Matrimoni a tema consigli

Matrimonio diurno o serale?

Se pensate di sposarvi in inverno, allora vi consiglio una cerimonia al mattino sfruttando le ore più belle e calde della giornata.

Indipendentemente dalla stagione, sposarsi di giorno vi permetterà di cominciare sin da subito i preparativi (adatto soprattutto a spose ansiose) e di prolungare i festeggiamenti per più ore.  Ve lo consiglio anche se tra gli invitati ci sono molti bambini o anziani.Data nozze 2018. Come scegliere quella giusta! Consigli Featured  Matrimoni a tema consigli

Sposarvi al tramonto invece sarà magico, con luci e colori meravigliosi. Se siete amanti delle candele potrete sbizzarrirvi! Un matrimonio serale è sicuramente più suggestivo e romantico, il dress code in lungo. I festeggiamenti potrebbero dure meno, ma potreste optare per un giorno infrasettimanale con più facilità dato che i vostri ospiti non saranno costretti a prendere un intero giorno di ferie.
Data nozze 2018. Come scegliere quella giusta! Consigli Featured  Matrimoni a tema consigli   Data nozze 2018. Come scegliere quella giusta! Consigli Featured  Matrimoni a tema consigli

Quali sono le festività e ponti da tener d’occhio per scegliere la data perfetta 2018?

Una tattica molto furba sarà quella di verificare subito le date segnate in rosso e i ponti, agevolerà sia voi che i vostri invitati.

Quest’anno l’unico ponte aimè è quello del 1 Maggio (che cade di martedì), mentre il 25 Aprile sarà di mercoledì. Il 2 Giugno e l’8 Dicembre di sabato, scegliere come data il venerdì prima assicura il riposo del sabato da scuola e lavoro.

Sconsiglio invece di scegliere date durante le festività natalizie, potrebbero esserci difficoltà negli spostamenti e gli invitati potrebbero essere in vacanza o tardare a darvi conferma.

Data nozze scaramantica?

Credenze popolari e superstizioni potrebbero condizionarvi.

Lunedì è il giorno dedicato alla luna, portatrice di buona salute. martedì porta ricchezza (anche se “Di Venere e di Marte né si sposa né si parte). Il mercoledì è un giorno propizio, mentre da evitare il giovedì portatore di dispiaceri per la sposa. Il venerdì per i cristiani sarebbe da evitare perché giorno di penitanza,  per i non credenti il giorno di Venere invece è perfetto. Il sabato, giorno più diffuso per i matrimoni, ritenuto sfavorevole dalle credenze popolari. La domenica? Non pensateci nemmeno se volete sposarvi in chiesa.

Parlando invece di mesi, Gennaio è il mese che porta affetto, fedeltà e gentilezza. Febbraio è il mese dell’amore e degli innamorati, da sempre identificato con San Valentino. Marzo meglio evitarlo perché potrebbe portare dolori alla coppia, ed è un mese difficile soprattutto per le condizioni climatiche. Aprile invece è portatore di serenità e gioie, mentre Maggio, contrariamente a quanto si possa pensare, è un mese da non scegliere: il detto è “Sposa maggiolina presto vedovina” ed è il mese dedicato alla Madonna e considerato quindi oltraggioso sposarsi proprio in questo mese. Giugno è dedicato a Giunone, protettrice del matrimonio e dell’amore coniugale. Chi si sposa a Luglio dovrà faticare molto per guadagnarsi da vivere, Agosto determinerà molti cambiamenti per gli sposi, ma si rischierebbe di incorrere in un caldo eccessivo e magari nelle ferie degli invitati, Settembre favorisce ricchezza e allegria, Ottobre è portatore di amore, anche se il denaro potrebbe invece scarseggiare. Con Novembre si va al sicuro in quanto garantisce un matrimonio felice, mentre Dicembre è il mese dell’amore eterno.

La tradizione vuole che ci si debba sposare prima del tramonto per favorire la buona sorte e mai il giorno del compleanno di uno dei due sposi, a meno che questo coincida per entrambi.Data nozze 2018. Come scegliere quella giusta! Consigli Featured  Matrimoni a tema consigli

Scegliere prima la data o la location?

“È nato prima l’uovo o a gallina?” 😂

Una scelta non preclude l’altra a mio avviso, anzi potrebbe essere limitante e molto sconveniente fissarvi subito su una data o su una location. Potreste trovarvi nella situazione di dover cambiare la data scelta se non dovesse essere libera nella location scelta o viceversa.

Meglio partire con la mente aperta a più opzioni! 😉

Se anche tu sei alle prese con la scelta della data nozze 2018 e stai per cominciare i preparativi, ma anche se sei a preparativi avviati e ti sembra di essere in alto mare contattami! Ti aiuterò a capire cosa fare e insieme realizzeremo il tuo matrimonio perfetto!

XOXO

#sitivoglio

Consigli

Luna di miele 2018. Già scelto la meta?

18 Settembre 2017
Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli

Luna di miele 2018

Lo so, avete appena deciso di sposarvi e le prime cose a cui pensate sono:
Location, da sogno, quella giusta per voi due! Abito da sposa, ebbene sì è il vostro primissimo pensiero (e lo sarà per tutto il tempo)… la terza? La luna di miele, ovviamente! 😬
Per molti rappresenta il viaggio della vita, per altri (viaggiatori più abituali) un’esperienza fuori dal comune!

Ma quali saranno le mete più gettonate, quelle fuori dal comune e le più belle per il prossimo 2018?

Quest’anno le mete più diffuse sono state Stati Uniti , America Latina isole Tropicali (che non mancano mai). Per chi si fosse perso l’articolo con i suggerimenti di LOV3 date un’occhiata qui! 😉

Per quanto riguarda le tendenze per il prossimo anno, mi sono fatta raccontare da Cambogia Viaggi quali sono le mete più richieste dagli sposi 2018.

Cambogia Viaggi, brand dedicato alla scoperta attenta e responsabile per lune di miele e viaggi privati. Sul loro sito, travate alcuni esempi di programmi di viaggio super interessanti!

Quali sono le migliori mete per la luna di miele 2018?

Il Sud-Est Asiatico! (Io lo adoro, da tempo io e il mio compagno progettiamo un viaggio del genere! Anche se non come luna di miele!😬)

Si può visitare tutto l’anno, la stagione delle piogge va da giugno a novembre, ma l’unico periodo che si son sentiti di consigliarmi è quello da fine settembre a fine ottobre. Quando piove in queste zone si tratta di acquazzoni pomeridiani, che non pregiudicano l’esperienza.

Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli

 

I nostri itinerari consentono ai viaggiatori di vivere esperienze autentiche a contatto con la natura e la popolazione locale, nel pieno rispetto delle comunità, appoggiandoci a progetti di turismo sostenibile.
Chi ci sceglie può sperimentare forme di turismo relazionale, per conoscere il passato di un paese e allo scopo di interpretare e vivere al meglio la realtà attuale.

Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli

Tre sono in particolare le destinazioni consigliate da Cambogia Viaggi:

Laos, paese caratterizzato dalla natura rigogliosa e dalla popolazione particolarmente ospitante. Da abbinare al mare in Indonesia o Malesia. Tra i must della destinazione la permanenza presso un centro di salvaguardia degli elefanti asiatici, dove i viaggiatori vengono informati sullo sfruttamento degli animali e il rischio di estinzione. Gli elefanti: guidati dagli esperti operatori del centro è possibile partecipare ai momenti di gioco con gli elefanti, alla somministrazione del cibo o alla semplice osservazione nel loro habitat naturale, senza l’utilizzo di catene o altri strumenti di costrizione.
I viaggiatori vivono anche l’esperienza in un villaggio alla scoperta della lavorazione del riso: immersi in un paesaggio verdissimo, ci si può trasformare in coltivatori di riso, sperimentando tutte le fasi dalla semina alla raccolta, dalla lavorazione del chicco alla cottura.

Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli    Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli    Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli

Bali, è un’altra destinazione gettonata per le lune di miele. L’isola offre sistemazioni alberghiere incredibili immerse nei suggestivi paesaggi fatti di foresta e risaie.
I viaggiatori visitano gli antichi templi, partecipano ai percorsi di trekking nella natura e vivono momenti di spiritualità di grande emozione.
Alle esperienze più esplorative abbiniamo il soggiorno alle isole Gili, perfette per il relax o il divertimento.

 

Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli    Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli    Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli

Thailandia, è adatta a chi non è mai stato in Asia e desidera alternare esperienze culturali a spiagge bianchissime.
Tutti gli itinerari partono da Bangkok con i suoi volti eclettici, i vertiginosi tra grattacieli e i colorati mercati locali. Il nord della Thailandia offre suggestivi scorci naturali e la possibilità di incontrare le tribù locali in percorsi di trekking tra Chiang Rai e Chiang Mai.

Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli    Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli    Luna di miele 2018. Già scelto la meta? Consigli

E voi avete già scelto dove andare in luna di miele? Se il mio racconto vi ha incuriositi ed ispirati, contattami! Insieme sarà più facile trovare la soluzione adatta alle vostre esigenze!

XOXO
#sitivoglio

Consigli

UGO, l’amico che ci voleva! Per concludere il tuo matrimonio in spensieratezza!

7 Agosto 2017
UGO, l'amico che ci voleva! Per concludere il tuo matrimonio in spensieratezza! Consigli
  1. Che belli i matrimoni, un tripudio di gioia. Pieni d’amore e spensieratezza!

Sì, ma dopo tutte quelle ore di festeggiamenti (magari sotto il sole d’agosto o fino a tarda notte) dove non ci si risparmia in cibo e alcol, quanto si continua ad essere spensierati nel rientro a casa o in hotel?

Quando si organizza un matrimonio si pensa sempre a tutto. Se la location è lontana dalla propria località si pensa di certo a trovare una sistemazione più comoda. Che siano gli sposi o gli stessi ospiti ad occuparsi di prenotare hotel o B&B per il dopo festa, un particolare sfugge sempre… il tragitto!

UGO, l'amico che ci voleva! Per concludere il tuo matrimonio in spensieratezza! Consigli

Il tragitto dal ricevimento a casa o in hotel può diventare molto pericoloso o stancante.

Ma, rullo di tamburi… Se vi dicessi che ci pensa UGO?

Chi è UGO??? UGO è un mio nuovo amico, conosciuto da poco ma molto molto utile! È l’amico che ci voleva insomma!

Come e quando nasce l’idea di questo importante servizio?

Il progetto nasce circa due anni fa, in risposta ai troppo numerosi casi di guida non sicura, frequenti nella nightlife e in particolar modo legati a stanchezza e consumo di alcolici. Il lancio sul mercato dell’app UGO Personal Assistant’ è avvenuto a fine giugno 2016 dopo mesi di test e ricerche, per offrire un servizio di qualità.

In Italia c’è ancora molto lavoro da fare per sensibilizzare al divertimento responsabile e alla sicurezza stradale, per portare tutti noi a non sottovalutare i rischi a cui esponiamo noi stessi e chi ci circonda in caso di condizioni di guida rischiose.

UGO ha tratto ispirazione da casi esteri di successo, di forte impatto sociale, e ha l’obiettivo di innescare un cambiamento culturale in Italia e in Europa. Gli eventi organizzati, come i matrimoni, sono un’ottima occasione in cui inserire il servizio, per farlo via via diventare parte della nostra mentalità e della nostra consuetudine. Collaboriamo con organizzatori di eventi, wedding planner, aziende, per promuovere valori di responsabilità sociale e dedicare agli ospiti un’attenzione in più, costruendo occasioni di divertimento prive di ogni rischio.

UGO è una piattaforma agile e flessibile che declina il servizio in diverse tipologie, tutte rivolte a migliorare la qualità delle nostre vite serrate e frenetiche.

UGO, l'amico che ci voleva! Per concludere il tuo matrimonio in spensieratezza! Consigli

Chi sono “Gli UGO”?

I nostri collaboratori sono persone selezionate dal Team, che conosciamo una ad una e di cui ci fidiamo. Noi in primis siamo sereni quando affidiamo noi stessi, la nostra auto e le persone che amiamo ad UGO.
Gli UGO accedono a un primo colloquio conoscitivo solo se rispondono ai requisiti richiesti (20 punti patente; 3+ anni di patente; storico patente pulito; fedina penale pulita). Al primo incontro segue un secondo colloquio di approfondimento, formazione e profilazione.

Come funziona il servizio?

In occasione di matrimoni, eventi aziendali e privati, gli UGO vengono dedicati all’evento e sono presenti in loco, a disposizione degli ospiti per erogare il servizio a chi lo richiedesse. La partecipazione di UGO ad un evento può essere a carico dell’organizzatore oppure degli ospiti, secondo le esigenze e i desideri delle parti coinvolte.

Se sei un utente privato scarichi invece l’app ‘UGO personal assistant’ sul tuo smartphone e prenoti UGO per la data desiderata. UGO si farà trovare nel luogo e all’orario richiesti, pronto a guidare la tua auto per te. Il pagamento avviene in app, sicuro e tracciato al 100%.
Al termine del servizio ambo le parti hanno la possibilità di lasciare il proprio feedback, grazie al quale il Team può monitorare la qualità, il corretto svolgimento di tutto il processo e raccogliere eventuali segnalazioni.

UGO, l'amico che ci voleva! Per concludere il tuo matrimonio in spensieratezza! Consigli

A chi si rivolge e perché?

UGO si rivolge a coloro che escono con la propria auto e non rinunciano al piacere di un bicchiere di vino a cena o a un paio di brindisi a una festa fra amici, ma non vogliono rappresentare un rischio per sé e per gli altri mettendosi al volante in condizioni non idonee.

UGO parla a coloro (utenti finali ma anche ristoratori, gestori, PR, organizzatori di eventi, ecc.) che vogliono promuovere un messaggio di sensibilizzazione a un tema importante e spesso trascurato. È un servizio innovativo, assolutamente accessibile, che invita le persone ad agire con consapevolezza.

UGO parla ai genitori che si preoccupano per i propri figli adolescenti, al volante dopo una serata.
Parla agli sposi che vogliono creare per i propri invitati una giornata divertentissima e assicurare loro un rientro sicuro.
Parla agli studenti dei corsi di sommellier che raggiungono lezione in macchina e assaggiano 12 vini per imparare e degustare. Parla a chi è stanco dopo una giornata impegnativa e ha 40km che lo separano da casa.

UGO, l'amico che ci voleva! Per concludere il tuo matrimonio in spensieratezza! Consigli

Perché avete deciso di portare il servizio anche nel mondo del matrimonio?

In nessuna occasione più che nel matrimonio, chi organizza l’evento ha a cuore la serenità e il benessere dei propri invitati. Gli sposi dimostrano amore e cura per le persone che amano attraverso una serie di dettagli che insieme danno vita a una delle giornate più importanti della loro vita. Gli invitati si devono sentire coccolati, amati, importanti e partecipare con tutto il loro calore a questo momento. La spensieratezza aiuta a rendere la giornata ancora più speciale.UGO è una presenza discreta e raffinata che nella fase finale della festa resta a disposizione di chi preferisce non mettersi al volante e riaccompagna a casa gli ospiti in gran stile.

Le celebrazioni avvengono spesso in location fuori porta, che quasi tutti raggiungono con la propria auto: UGO significa massima comodità e flessibilità, autonomia sia all’andata che al ritorno.

UGO è sia una dimostrazione d’attenzione sia un gesto raffinato e di assoluta novità che sorprenderà gli ospiti!

In quale città è disponibile? Avete in mente un progetto per estendere il servizio?

UGO per gli utenti privati è oggi disponibile a Milano, Genova e rispettive province, con il progetto di raggiungere presto molte altre città. Su prenotazione per eventi invece, il servizio non ha limiti territoriali e può essere portato ovunque. Si terrà conto del raggiungimento della location in fase di calcolo del preventivo e per la successiva organizzazione logistica degli UGO.

Il pagamento, come avviene?

Quando è un privato a richiedere UGO, paga via app tramite carta abilitata a pagamenti online (richiesta al momento della registrazione).
In caso di eventi, feste private, lauree, matrimoni, ecc. in cui il servizio è offerto, gli ospiti non devono preoccuparsi di nulla. UGO è fornitore di un servizio e si accorda direttamente con l’organizzatore. Esistono molteplici modalità di collaborazione.

Quando UGO guida l’auto degli ospiti, sono tutelati?

Per garantire massima sicurezza ai nostri utenti, Zurich ha concepito un’assicurazione kasko aggiuntiva che si attiva sulla vettura del cliente non appena UGO inizia a guidarla, fino a servizio concluso. Il costo di tale assicurazione è compreso nel prezzo del servizio.

UGO, l'amico che ci voleva! Per concludere il tuo matrimonio in spensieratezza! Consigli

Visto che è proprio quello di cui avete bisogno? Non posso che augurarvi mille di questi brindisi, in sicurezza… con UGO ovviamente!

Se l’articolo vi ha incuriosito, se siete alle prese con l’organizzazione delle vostre nozze e volete godervi la giornata in totale spensieratezza. Se volete stupire i vostri invitati. Se la vostra domande è “UGO?” e la risposta “Sì, ti voglio!”, allora non esitate a contattarmi, insieme troveremo quello che fa per voi! 🙂

XOXO
#sitivoglio

Sito ufficiale UGO

Consigli

Età, qual è quella giusta per sposarsi?

31 Luglio 2017
Età, qual è quella giusta per sposarsi? Consigli

25 . 30 . 35 . 40

No, non sto dando i numeri e nemmeno giocando a Tombola!
Semplicemente, sto facendo una stima dell’età in cui le novelle coppie decidono di sposarsi dal 2016 ad oggi.
Sempre più spesso mi capita di conoscere ed organizzare le nozze di coppie sempre più giovani o molto più in là con l’età.
Il divario di età è tanto, ma sempre più spesso si tende ad aspettare, aspettare e aspettare! 

A che età ci si sposa in Italia?

Nel 2016 l’età media alla quale ci si sposa è di 30 anni, 33 per gli uomini e 30 per le donne. I brasiliani sono i più giovani con una media di 30 anni e 5 mesi per gli uomini e 28 anni e 7 mesi per le donne, seguiti dai colombiani (32 anni per gli uomini e 29 per le donne). Gli italiani e gli americani sono coloro che aspettano di più, arrivando all’altare in media, rispettivamente, a 35 anni gli uomini e 33 le donne italiane, mentre 36 anni gli uomini e 31 anni e 4 mesi le donne americane.

Per gli eterni romantici, la motivazione principale per cui ci si sposa resta l’Amore (93%).

Età, qual è quella giusta per sposarsi? Consigli

Ma se si ha la possibilità di scegliere più di un motivo, allora fanno capolino anche l’avere figli, maggior motivazione dopo l’amore, con il 14.68%, e la festa con il 13.58%, mentre la pressione familiare resta un motivo poco influente, con solo l’1.63%. Anche in Italia, nonostante il forte legame con la famiglia, solo lo 0,98% degli intervistati ha ammesso di essere stato spinto al grande passo dai propri cari.

Ma chi per primo parla di matrimonio?

Le risposte sono quasi uguali, con il 44% per le donne e 56% per gli uomini e l’Italia è perfettamente in linea con tale media. Per quanto riguarda l’organizzazione del matrimonio, il 47% delle donne si avventura per prima e sola nei preparativi. Ma non siamo in due a sposarci? È interessante notare che i portoghesi sono i più uniti in quanto solo il 25% delle donne si dedica da sola ai preparativi. Mentre, il record in questo caso è battuto dai tedeschi con il 69% dei matrimoni organizzati solo per mano delle donne.

Questo è uno dei primi motivi del perché sempre più coppie nel 2017, indifferentemente dall’età, si affidano ad una wedding planner! Più gli uomini si allontanano dall’idea di organizzare le proprie nozze, più le donne sentono l’esigenza di avere un’alleata, una consigliera e amica che le indichi la giusta via!  

Un altro punto interessante riguarda la durata della storia d’amore prima di pensare al matrimonio. La maggior parte degli intervistati ci dicono di aver raggiunto il traguardo dopo 2 anni (33% dei rispondenti). Mentre il 25% delle coppie ha aspettato tra i 3 e i 4 anni. Il 52% dei francesi ha aspettato più di 4 anni e il 32% più di sei. Per gli italiani, invece, il 50% degli intervistati ha dichiarato di essere arrivato al matrimonio durante il primo anno della relazione.

Età, qual è quella giusta per sposarsi? Consigli

Personalmente senza ombra di dubbio, mi unisco al 93% degli italiani romanticoni… credo nellAmore con la “A” maiuscola come unica e invincibile motivazione traghettatitre dei matrimoni! ❤️

In secondo piano passano,  budget,  età e tutte le cose importanti a cui pensare! Ma l’unico vero motore è l’amore! Per tutto il resto ci si affida ad una wedding planner! 🙂

Due amanti felici fanno un solo pane,
una sola goccia di luna nell’erba,
lascian camminando due ombre che s’unisco,
lasciano un solo sole vuoto in un letto.
Di tutte le verità scelsero il giorno:
non s’uccisero con fili, ma con un aroma
e non spezzarono la pace né le parole.
E’ la felicità una torre trasparente.
L’aria, il vino vanno coi due amanti,
gli regala la notte i suoi petali felici,
hanno diritto a tutti i garofani.
Due amanti felici non hanno fine né morte,
nascono e muoiono più volte vivendo,
hanno l’eternità della natura.

 Pablo Neruda 

 

Io sono qui, per voi e per ogni vostra esigenza! Contattatemi… Anche solo per fare due chiacchiere! 😉

XOXO

#sitivoglio

Credits:

Fotografia di copertina: Stefano Cassaro 

Fonte sondaggio: Zankyou

 

Consigli

Quanto regalare ad un matrimonio?

11 Luglio 2017
Quanto regalare ad un matrimonio? Consigli

Prima di “Cosa mi metto? Come mi trucco e quale acconciatura sfoggiare, al matrimonio della mia migliore amica!?”

La vera domanda è “Quanto devo regalare?”

Da quando gli sposi hanno abbandonato la vecchia lista nozze in favore del viaggio di nozze, questa è la vera domanda che affligge voi invitati! 😃

Sicuramente una prima distinzione è data dal ruolo che si ha al matrimonio alla quale siete stati invitati.

Un invitato qualsiasi, che sia un amico o un parente,non farà lo stesso regalo di un parente stretto, damigella o testimoni. Un testimone arriverà a regalare dai 500/600 ai 1000 euro, molto più spesso pari al valore della fedi nuziali. Mentre un invitato “semplice” (definiamolo così per comodità) deve calcolare dai 100 ai 150 euro. Questa è la cifra base alla quale poi aggiungere man mano che l’amicizia o il grado di parentela si fa più forte!

Quanto regalare ad un matrimonio? Consigli

Ma come si calcola il regalo di nozze?

Il fattore principale, da considerare prima di tutto, è sicuramente quanto gli sposi spenderanno in location e catering. Molto spesso, specialmente al sud, la cifra base viene duplicata o triplicata per il singolo invitato.

Quanto regalare ad un matrimonio? Consigli    Quanto regalare ad un matrimonio? Consigli

Per gli invitati che non parteciperanno al matrimonio la cifra base è sempre la stessa per amici, parenti e colleghi (100/150€). Mentre per studenti e anziani la cifra base è 50/60 euro.

Altro fattore che va sicuramente calcolato è lo spostamento. Se un invitato per poter partecipare al matrimonio deve spostarsi di molto, viaggiare o pernottare nella località scelta dagli sposi, questo inciderà indubbiamente sulle possibilità di tutti!

Ovviamente, come già detto, queste indicate sono cifre basi, indicazione da prendere come punto di partenza e come esempio. Vi dirò di più…ho scritto questo articolo per dare una risposta a questa una domanda molto più che frequente.

Questa è la risposta per darvi un’idea chiara e tangibile su come muovervi. La risposta che vorrei darvi però, dettata dal cuore, è che ognuno deve sentirsi libero di esprimere come meglio crede il proprio sentimento che prova nei confronti degli sposi; al tempo stesso non deve sentirsi costretto da dai paletti imposti ma considerare prima di tutto le proprie possibilità! (Sia in positivo che in negativo!)

Credo che il matrimonio sia, prima di tutto, una festa di festa di amore e gioia tra parenti ed amici. Ma io sono sempre la solita romanticona! 😊 ❤️

Quanto regalare ad un matrimonio? Consigli

Se avete dubbi o altre domande, contattatemi! Le risolveremo insieme!

XOXO
#sitivoglio